Misuratore di pressione manuale: come funziona?

Misuratore Di Pressione

Il misuratore di pressione manuale è un apparecchio molto utilizzato in ambito sanitario, uno strumento essenziale per qualunque medico o operatore sanitario. Chiamato anche sfigmomanometro aneroide.

La sua facilità di utilizzo lo rende accessibile a tutti, alleato fondamentale per monitorare la pressione arteriosa.

È importante sapere che il misuratore di pressione non è indicato per i neonati e che non bisogna lasciarlo intorno al braccio per più di dieci minuti quando è al suo massimo di gonfiatura, perché potrebbero verificarsi profonde lesioni e disturbi alla circolazione.

Funzionamento del misuratore di pressione

Il misuratore di pressione manuale è regolato da leve e molle, un sistema meccanico che conta i valori in tempo reale su uno strumento che somiglia a un orologio. La lancetta rossa ruota man mano che il bracciale viene gonfiato, segnando il valore finale della pressione del paziente.

Questo strumento per misurare la pressione viene utilizzato soprattutto da personale sanitario specializzato perché bisogna saper utilizzare anche lo stetofonendoscopio, indispensabile per misurare diastolica e sistolica.

Per assicurare una lunga durata è sufficiente riavvolgere con delicatezza la valvola e il tubo al bracciale e riporlo nella custodia in dotazione, assicurandosi sempre che la lancetta sia fissa sulla “0”.

Misurare la pressione manualmente, la procedura

Misura la pressione arteriosa con lo sfigmomanometro aneroide è un’operazione che va eseguita con le giuste accortezze. Ecco i passaggi da fare:

  • Posizionare il manicotto sul braccio del paziente e inserire la campana del fonendoscopio al di sotto, sopra l’arteria brachiale
  • Gonfiarlo utilizzando la pompetta fino a quando non si sentono più i suoni dell’arteria che indicano il bocco del flusso sanguigno
  • Sgonfiare lentamente il bracciale con la valvola metallica della pompetta. Appena il flusso riparte ed è udibile, il valore del manometro segna la pressione massima o sistolica.
  • Quando avviene il totale sgonfiamento, il rumore ritorna ad essere del battito cardiaco ed è in quel momento che si ha la pressione minima o diastolica.

Si tratta di uno strumento molto preciso, ma è anche necessario avere delle conoscenze mediche e la capacità di percepire i suoni di Korotkoff con lo stetoscopio. È sempre presente nella cassetta del pronto soccorso.

Altre tipologie di misuratore della pressione

Sono disponibili altri tipi di misuratore della pressione arteriosa, molto più comodi e utilizzabili da chiunque. Ad esempio, il misuratore di pressione da polso, molto più piccolo e adatto nei rari casi in cui i vasi sanguigni del braccio sono troppo profondi.

Il misuratore va messo sul polso e bloccato con il velcro. Bisogna appoggiare il palmo della mano col misuratore sulla spalla opposta in modo che lo strumento sia ad altezza del cuore. Misurare tenendo la mano sulla spalla. La misurazione è attendibile solo se tenuto ad altezza cuore.

È poi disponibile lo sfigmomanometro elettronico, strumento in grado di misurare elettronicamente la pressione arteriosa sistolica e diastolica. È costituito da un manicotto collegato a una piccola apparecchiatura dotata di un sensore in grado di elaborare i dati digitalmente.

Il funzionamento è semplice: il misuratore viene azionato tramite tasto, si gonfia automaticamente e mostra sul display tutti i dati. Può essere utilizzato da chiunque in totale autonomia.

L’importanza della validazione

Prima di utilizzare un qualsiasi apparecchio, bisogna accertarsi che sia validato. La validazione è un metodo preciso che confronta i risultati che vengono ottenuti tramite misuratore elettronico e quello medico a mercurio.

Un apparecchio con validazione assicura precisione e affidabilità, sulla confezione presenta un marchio che certifica il superamento dei controlli che può essere: validato clinicamente, Validato ESH o altre frasi simili. Un misuratore di pressione non validato non può garantire risultati precisi.

Ps: A chi potrebbe essere utile questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Main Menu