Le cuffie da lavoro antirumore

Cuffia Antirumore Arancione

Proteggere l’udito dai forti rumori esterni è molto importante ed è una delle regole fondamentali in materia di sicurezza sul lavoro.

Sul mercato è presente una scelta molto ampia di cuffie da lavoro antirumore che, in base alla tipologia di impiego, possono anche essere dotate di accessori aggiuntivi.

Le cuffie da lavoro hanno un costo superiore agli auricolari ma, assicurano maggiore sicurezza del lavoratore esposto costantemente al rumore.

Il primo fondamentale requisito per delle cuffie da lavoro è l’avere un livello di attenuazione del rumore adeguato all’ambiente di lavoro dove saranno usate. Le applicazioni possibili sono davvero tante, dagli aeroporti, alle linee di montaggio e produzione, nei cantieri, nei poligoni di tiro, ect….

È importante verificare che il modello di cuffie di interesse riporti il valore SRN riguardo il livello di attenuazione, ma se così non fosse, è fondamentale che ci sia l’omologazione come cuffie EN352-1 e/o EN 352-3.

In questo modo si ha la certezza che le cuffie scelte abbiano una capacità di attenuazione del rumore fino alla soglia massima di 100 decibel, con una riduzione che va dai 25 ai 35 decibel. Inoltre, precisiamo che le cuffie da lavoro non isolano completamente il rumore, soprattutto se appartenenti a una fascia molto economica. Per una protezione aggiuntiva è possibile anche optare per il casco da lavoro con cuffie e visiere integrate.

Come scegliere le cuffie da lavoro antirumore

Per poter acquistare le cuffie da lavoro antirumore è necessario conoscerne alcune caratteristiche e capire quali sono i vantaggi di un modello piuttosto che un altro.

Cuffie attive e passive

Per cominciare bisogna fare una distinzione sostanziale tra le cuffie passive e le cuffie a protezione attiva del rumore. Le cuffie passive schermano il suono riducendo il livello sonoro, solitamente, vengono utilizzate nei cantieri e nelle fabbriche.

Le cuffie antirumore attive schermano alcuni suoni e ne fanno passare altri, sono modelli elettronici che permettono anche la regolazione dei volumi e dei microfoni, oltre a proteggere l’udito, permettono di comunicare con l’esterno.

Livello di attenuazione del rumore

Nessuna cuffia antirumore elimina del tutto i suoni esterni, ma attenuano le onde sonore, ad esempio, un 30 db rispetto al rumore di origine. La soglia del dolore che provoca danni permanenti all’udito è di 130 db, ma anche suoni improvvisi possono danneggiare le orecchie, ad esempio, basti pensare a uno sparo che raggiunge i 150 db.

Ma un’esposizione costante nel tempo a suoni più bassi di 130 db possono ugualmente provocare danni, per cui, prima di acquistare cuffie antirumore da lavoro, è bene verificare attentamente i db a cui si è esposti nell’ambiente e poi il livello di attenuazione del suono offerto dal modello, onde evitare di fare una scelta sbagliata.

Comfort, vestibilità e regolazione

Se le cuffie da lavoro antirumore vanno indossate per molte ore è importante scegliere dei modelli comodi, realizzati con materiali di qualità che evitino il ristagno di sudore e il surriscaldamento.

Inoltre, devono assicurare vestibilità, essere ben salde in testa, evitando il pericolo che possano scivolare durante l’utilizzo.

Le migliori cuffie antirumore hanno l’archetto regolabile che aiuta proprio a perfezionare la vestibilità, in questo modo si possono adattare ad ogni misura per permettere ai padiglioni di aderire perfettamente all’orecchio.

Alimentazione e microfoni

Le cuffie antirumore attive sono alimentate a batteria, questa caratteristica serve per far si che si possano usare i microfoni e regolare il volume del suono. I microfoni sono direzionali e permettono di gestire al meglio i suoni e comunicare efficacemente con gli altri.

Le cuffie attive possono anche essere utilizzate senza la batteria, in questo caso diventano delle cuffie passive semplici che riducono il rumore e forniscono l’isolamento.

In commercio ci sono anche cuffie che permettono di ascoltare musica o di rispondere al telefono, si tratta di dispositivi con tecnologia avanzata che includono radio fm, antenna integrata e lettori mp3.

Accessori

Alcune tipologie di cuffie da lavoro antirumore sono anche dotate di accessori come gli occhiali protettivi e il laccio al collo, utile per non doverle sempre toglierle e poi riporle altrove e si avranno sempre le mani libere per poter continuare a lavorare.

Ps: A chi potrebbe essere utile questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Main Menu