L’elenco dei prodotti per la cassetta di pronto soccorso

Il Testo Unico per la sicurezza regola, tramite normativa specifica, la presenza e l’utilizzo della cassetta di pronto soccorso in ambito aziendale e ciò che deve contenere per un primo intervento fai da te.

La cassetta di pronto soccorso è obbligatoria e fondamentale in caso si verifichi un incidente che richieda medicazioni e cure varie.

L’obbligo è presenta dal febbraio del 2005 per tutte le aziende a prescindere dal numero di lavoratori e deve essere predisposta dal Datore di lavoro.

I prodotti per il pronto soccorso possono essere diversi, di seguito forniamo alcune informazioni importanti riguardo il kit, i contenuti minimi, il posizionamento e altre indicazioni utili.

Cassetta di pronto soccorso in casa per uso privato

I prodotti di pronto soccorso presenti all’interno della cassetta variano in base alle esigenze ambientali e ai vari contesti e situazioni.

Ad esempio, anche all’interno della propria abitazione privata, la cassetta del pronto soccorso può avere un contenuto diverso in base alla zona in cui si vive, al clima e ad eventuali problemi di salute dei suoi abitanti.

Una cassetta del pronto soccorso deve contenere tutto ciò che può essere utile ad affrontare un’emergenza medica.

In linea generale, il kit di pronto soccorso in casa contiene l’attrezzatura necessaria per far fronte a ferite e contusioni come le garze sterili, i cerotti per le ustioni e il disinfettante; i medicinali di automedicazione, alcuni strumenti utili come pinzette, forbici, siringhe e i misuratori di pressione e termometri. La cassetta deve essere tenuta chiusa a chiave e lontano dalla portata dei bambini.

Normativa della cassetta di pronto soccorso aziendale

I contenuti minimi sono presenti nell’articolo 45 D.Lgs 81/2008 in riferimento a quanto indicato dal D.M. 388 del 2003 che, ne afferma la variazione in base alle caratteristiche delle aziende.

Queste sono classificate in base al tipo di attività svolta; al numero di lavoratori e ai fattori di rischio. La suddivisione è stabilita in 3 gruppi: A, B e C.

Gruppo A

Le aziende del gruppo A sono, a loro volta, suddivise in tre macro-categorie:

  • Aziende o unità produttive ad alto rischio quali: attività industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica (art. 2 D.Lgs. 334/99), centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende estrattive e altre attività minerarie definite dal D.Lgs. 624/96, lavori in sotterraneo, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
  • Aziende o unità produttive con oltre 5 (cinque) lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a 4 (quattro). Per verificare il proprio indice di inabilità permanente vedi la tabella a fine pagina.
  • Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

Gruppo B

Aziende o unità produttive con 3 o più lavoratori che non fanno parte del gruppo A

Gruppo C

Aziende o unità produttive con meno di 3 lavoratori che non fanno parte del gruppo A.

Contenuto della cassetta di pronto soccorso

Tenendo conto di questa classificazione, il DM 388 ha stabilito anche l’elenco prodotti cassetta pronto soccorso che devono avere le aziende del Gruppo A e B e quelle del gruppo C.

Riportiamo di seguito il contenuto minimo che il kit di pronto soccorso aziendale deve contenere, con la differenziazione per gruppo di aziende. Per il gruppo C si parla di kit di medicazione minimo.

Cassetta pronto soccorso – Contenuto minimo- Aziende Gruppo A e B

  • Guanti sterili monouso (5 paia).
  • Visiera paraschizzi
  • Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 1 litro (1)
  • Flaconi di soluzione fisiologica (sodio cloruro – 0, 9%) da 500 ml (3)
  • Compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole (10)
  • Compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole (2)
  • Teli sterili monouso (2)
  • Pinzette da medicazione sterili monouso (2)
  • Confezione di rete elastica di misura media (1)
  • Confezione di cotone idrofilo (1)
  • Confezioni di cerotti di varie misure pronti all’uso (2)
  • Rotoli di cerotto alto cm. 2,5 (2)
  • Un paio di forbici
  • Lacci emostatici (3)
  • Ghiaccio pronto uso (due confezioni)
  • Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (2)
  • Termometri infrarossi
  • Apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa.

Cassetta pronto soccorso – Contenuto minimo- Aziende Gruppo C

  • Guanti sterili monouso (2 paia).
  • Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 125 ml (1)
  • Flacone di soluzione fisiologica (sodio cloruro 0,9%) da 250 ml (1)
  • Compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole (1)
  • Compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole (3)
  • Pinzette da medicazione sterili monouso (1)
  • Confezione di cotone idrofilo (1)
  • Confezione di cerotti di varie misure pronti all’uso (1)
  • Rotolo di cerotto alto cm 2,5 (1)
  • Rotolo di benda orlata alta cm 10 (1)
  • Un paio di forbici (1)
  • Un laccio emostatico (1)
  • Confezione di ghiaccio pronto uso (1)
  • Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (1)
  • Istruzioni sul modo di usare i presidi suddetti e di prestare i primi soccorsi in attesa del servizio di emergenza.

Posizione e segnaletica della cassetta di pronto soccorso

Secondo la specifica normativa sul lavoro, il kit di pronto soccorso viene garantito dal Datore di lavoro che, deve posizionarla in base a dei criteri ben precisi in modo da renderla facilmente accessibile, garantendo la tempestività di primo intervento.

Deve quindi essere custodita sul luogo di lavoro, posizionata in modo che sia visibile e segnalata con cartelli appositi che ne indicano la presenza e la collocazione.

Il cartello della cassetta di pronto soccorso ha delle caratteristiche precise: deve essere rettangolare, di colore verde ed evidenziare il pittogramma della croce bianca.

Alla base deve esserci la frase “Cassetta di pronto soccorso” in modo da aiutare tutti lavoratori a trovare facilmente il kit di primo soccorso.

Non sono previste indicazioni riguardo le dimensioni e i materiali del cartello. Il cartello pronto soccorso 250×310 mm, rappresenta le dimensioni standard.

Ps: A chi potrebbe essere utile questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Main Menu