L’abbigliamento utilizzato in un centro estetico

L’abbigliamento Utilizzato In Un Centro Estetico

Ogni professione necessita di un abbigliamento da lavoro adatto, sia per motivi legati alla sicurezza che, all’immagine. Avere il giusto vestiario è importante quanto l’essere forniti degli attrezzi necessari per svolgere il proprio lavoro, nel caso del centro estetico è fondamentale l’igiene e la pulizia, per cui bisogna scegliere con cura le proprie divise.

L’abbigliamento centro estetico deve trasmettere professionalità, la divisa è come un biglietto da visita, avere un aspetto curato fa buona impressione sui clienti che, sceglieranno con maggiore convinzione di affidarsi alle cure dell’estetista.

I professionisti della cura, della bellezza e del benessere del corpo devono essere sempre in ordine, le casacche per estetiste e parrucchiere, quindi, assumono un ruolo centrale nell’accoglienza del cliente.

Caratteristiche principali delle casacche da estetista

L’abbigliamento dell’estetista per essere idoneo allo svolgimento della professione, deve avere delle caratteristiche ben precise. Esistono diversi modelli che si adattano ai vari ambienti ed esigenze di lavoro, uno dei più utilizzati e apprezzati è il modello a casacca.

Le casacche possono essere monocolori o avere delle rifiniture molto più eleganti, inoltre, è frequente che sia presente anche il logo promozionale del centro estetico.

Come per la maggior parte dell’abbigliamento da lavoro, le parole d’ordine sono vestibilità e comodità, per questo motivo sono presenti tasche funzionali, utili a riporre gli attrezzi del mestiere in modo da avere tutto a portata di mano.

La lunghezza delle casacche da estetista è solitamente medio-lungo, ma sono disponibili anche versioni più corte che possono essere indossate come delle magliette.

La casacca ha lo scopo di coprire l’abbigliamento quotidiano e di trasmettere un senso maggiore di professionalità e di pulizia.

Un altro modello di divisa da estetista frequentemente utilizzato è il kimono, un capo di abbigliamento tipico dei costumi delle popolazioni orientali che, l’estetica ha fatto suo per le linee e l’eleganza che lo caratterizza.

Si differenzia dalla casacca per l’assenza di bottoni e zip, sono invece presenti due lacci da legare intorno alla vita.

Entrambi i modelli di divisa devono essere realizzati con materiali traspiranti e devono anche assicurare sempre un’adeguata libertà di movimento, adattandosi alle più svariate situazioni sia di temperatura che di lavoro. Inoltre, deve essere facile da lavare e deve asciugarsi nel minor tempo possibile.

Casacche da estetista, quale scegliere?

Nella scelta della casacca da estetista si tiene in considerazione il colore e il modello. La colorazione maggiormente utilizzata è quella bianca, ma a seconda dell’ambiente di lavoro, è possibile scegliere diversi colori, anche in base all’attività svola all’interno del centro estetico.

Il bianco è segno di ordine, pulizia e igiene ma si sporca con facilità, in alternativa, i colori più utilizzati sono il verde e l’azzurro. Anche il rosso e il nero vengono scelti per dare un tocco di eleganza, magari con l’applicazione del logo in primo piano.

Ci sono anche diverse modalità di allacciatura, la scelta dovrebbe ricadere su quella più comoda e che meglio accompagna la libertà di movimento.

Trattandosi di una professione che richiede l’obbligo di indossare un camice, è evidente che questa scelta deve essere fatta con premura e attenzione, valutando tutti gli aspetti e le caratteristiche dei materiali, in quanto, si tratta di un indumento indispensabile.

Infine, dovrà avere il numero di tasche necessarie per facilitare le varie mansioni lavorative all’interno del centro estetico. L’ideale è avere due tasche leggermente laterali oppure, frontali, in cui inserire tutti gli strumenti per lavorare comodamente.

Ps: A chi potrebbe essere utile questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Main Menu